L’import-export coinvolge il movimento di merci attraverso le frontiere internazionali e la conoscenza delle normative sull’origine delle merci è fondamentale per gestire correttamente questo processo. Esistono due principali tipi di normative di origine: quella non preferenziale e quella preferenziale.

Normativa di origine NON PREFERENZIALE

normative sull'origine delle merci

Definizione:

la normativa sull’origine delle merci di tipo non preferenziale costituisce un quadro normativo che determina il paese di origine di una merce, senza tuttavia conferire vantaggi tariffari o commerciali specifici. In sostanza, questa normativa serve a identificare il paese di provenienza di una merce senza influenzare in modo diretto le tariffe o gli accordi commerciali preferenziali.

Principali aspetti:

Criteri di origine

  • Wholly Obtained: Un prodotto è considerato originario di un paese se è completamente ottenuto in quel determinato territorio.
  • Sufficiente Trasformazione: La merce può essere considerata originaria di un paese se subisce una trasformazione sufficiente, ovvero significativa ed importante, in quel territorio.

Documentazione

Spesso, è richiesta la presentazione di documenti che attestino l’origine della merce. Questi documenti possono includere dichiarazioni di origine, bolle doganali e certificati di origine.

Etichettatura

La corretta etichettatura delle merci con l’indicazione del paese di origine è spesso un requisito essenziale.

Conformità alle normative locali

Le merci devono rispettare le normative locali del paese di esportazione e di quello di importazione.

Normativa di ORIGINE PREFERENZIALE:

normative sulle origini delle merci

Definizione:

La normativa sull’origine delle merci di tipo preferenziale è strettamente legata agli accordi commerciali bilaterali o multilaterali tra paesi o regioni. Questi accordi offrono vantaggi tariffari o commerciali alle merci originarie delle parti contraenti, con l’obiettivo di favorire lo scambio commerciale reciproco.

Principali aspetti:

Accordi bilaterali o multilaterali

Gli accordi preferenziali possono essere bilaterali, coinvolgendo due paesi, o multilaterali, includendo più paesi.

Regole di origine specifiche

Ciascun accordo stabilisce regole di origine specifiche che una merce deve soddisfare per beneficiare dei vantaggi preferenziali.

Certificati di origine preferenziale

Per ottenere i benefici preferenziali, le merci devono essere accompagnate da certificati di origine preferenziale.

Aggiornamenti periodici

Gli accordi preferenziali possono essere soggetti a revisioni e aggiornamenti periodici al fine di mantenere la loro rilevanza e adattarli alle mutevoli dinamiche commerciali.

Comprendere le normative sull’origine delle merci

normative sull'origine delle merci

La comprensione accurata e l’applicazione coerente di entrambe le normative sull’origine delle merci sono essenziali per le imprese coinvolte nell’import-export. Tali regolamentazioni influenzano direttamente i costi, la competitività e la conformità normativa nel contesto del commercio internazionale. La corretta adesione alle normative di origine delle merci è spesso vigilata dalle autorità doganali di ciascun paese coinvolto, evidenziando l’importanza di una gestione accurata e informatizzata di tali procedure nell’ambito delle operazioni commerciali globali. Per conoscere tutto quello che implicano entrambe le normative è utile partecipare al seminario sulle origini delle merci: tutti i dubbi in merito, sia per quel che riguarda i rischi e le responsabilità, sia per ciò che concerne le semplificazioni e i vantaggi rispetto alla concorrenza, saranno chiariti in modo esaustivo.