298,00I.V.A. compresa

X

298,00I.V.A. compresa

Condividi sui Social

* Per quanto riguarda l’accreditamento presso il CNGeGL, i CFP potranno essere riconosciuti a discrezione dai singoli Collegi territoriali ai geometri che avranno presentato, attraverso la procedura informatica disponibile sul SINF, l’attestato di partecipazione al corso.

LINEE GUIDA NAZIONALI

Il corso Certificazione degli Edifici intende dettare i principi che sono alla base della redazione dell’APE (Attestato di Prestazione Energetica) degli edifici. Questo, fornendo tutte quelle conoscenze necessarie al professionista per svolgere la sua attività, non soltanto nell’ambito della certificazione energetica, ma anche della qualificazione energetica.

Tutti i riferimenti normativi forniti daranno gli strumenti per una completa formazione nel settore. Il tutto sarà poi arricchito dall’esperienza professionale.

Il corso intende inoltre dare le basi dei software maggiormente utilizzati per la certificazione.

Durante questo corso verranno illustrate le novità legislative e le soluzioni innovative per raggiungere le performance richieste per gli edifici del futuro: l’edificio ad energia quasi zero non è più così lontano.

Verrà affrontata la tematica dell’efficienza energetica, andando a descrivere le prescrizioni dei nuovi decreti attuativi, con particolare attenzione all’efficienza energetica dell’involucro. Nel dettaglio, durante il corso saranno analizzate:

  • la legislazione e la normativa tecnica in materia di efficienza energetica degli edifici;
  • il bilancio energetico del sistema edificio-impianto;
  • la determinazione dell’indice di prestazione energetica;
  • il calcolo del fabbisogno di energia primaria e dei rendimenti;
  • diagnosi energetica;
  • certificazione energetica e soluzioni progettuali e costruttive per edifici nuovi ed esistenti.

Ogni argomento verrà supportato da esempi pratici ed applicazioni concrete dei concetti teorici. Il percorso formativo, abilitante alla professione di Tecnico certificatore energetico ai sensi del DPR n° 75/2013, soddisfa i contenuti minimi previsti di cui all’allegato 1 del DPR 75/2013.


OBIETTIVI PROFESSIONALI
Il professionista alla fine del corso di Certificazione energetica degli edifici sarà in grado di redigere l’APE e l’AQE in accordo alle normative vigenti in materia di certificazione energetica e di trattare le problematiche energetiche che possono presentarsi in edilizia.


OBIETTIVI FORMATIVI
L’utente inoltre acquisirà una formazione non solo applicabile nell’ambito della certificazione energetica degli edifici, ma anche adattabile, con notevole flessibilità, nei casi che si presenteranno nella corso della propria attività professionale.


DESTINATARI

    • Laureati in ingegneria;
    • architettura;
    • fisica;
    • matematica;
    • chimica;
    • geologia;
    • agronomia;
    • scienze ambientali;
    • geometri;
    • periti agrari o agrotecnici;
    • periti industriali.

Crediti formativi riconosciuti

Fruizione del corsoIl Docente

Programma

PROGRAMMA

UD 1 – Normativa di riferimento
• Il problema energetico
• Le direttive comunitarie
• Recepimento direttive
• L’APE
• DM 26/06/2009
• Il certificatore
• APE vincoli ed esclusioni
• APE base normativa
• Indici energetici
• La certificazione energetica: puntualizzazioni

UD 2 – DPR59/2009 – DM 26/06/15 – Sanzioni
• DPR 59/2009
• DM 26/06/2015
• APE e AQE
• Sanzioni

UD 3 – I meccanismi e i metodi di calcolo di trasmissione del calore
• I meccanismi della trasmissione del calore: conduzione, convezione e irraggiamento
• La resistenza termica
• La trasmittanza termica
• I metodi di calcolo della trasmittanza

UD 4 – Dispersione del calore attraverso finestre e vetri
• Le funzioni delle finestre
• Le tipologie di vetri ed infissi
• Il calcolo della dispersione del calore attraverso gli elementi trasparenti

UD 5 – Il bilancio energetico dell’edificio
• Il bilancio energetico dell’edificio
• Le Norme UNI TS 11300
• La parte prima delle Norme UNI TS 11300

UD 6 – Il metodo di calcolo del fabbisogno di energia netta
• Il metodo per il calcolo del fabbisogno di energia netta dell’edificio
• L’energia scambiata per trasmissione e per ventilazione
• Gli apporti gratuiti
• Il fattore di utilizzazione degli apporti gratuiti

UD 7 – Il benessere termico e gli impianti di climatizzazione
• Benessere termico
• Procedura semplificata
• Impianti di climatizzazione
• Impianti a pannelli radianti
• Impianti di climatizzazione: approfondimento

UD 8 – Energia primaria, efficienza impianti e apporti gratuiti
• Energia primaria e bilancio
• Efficienza impianto
• Illuminazione e trasporto
• Esercizio trasporto
• Apporti gratuiti
• Apporti gratuiti interni

UD 9 – ACS, climatizzazione estiva, ventilazione e termoigrometrica
• Fabbisogno ACS
• Climatizzazione estiva
• Ventilazione
• Termoigrometrica
• Termoigrometrica – applicazione
• Scambi termici

UD 10 – Isolamento, incentivi fiscali e calcolo dell’energia primaria
• Isolamento involucro
• Incentivi fiscali
• Calcolo semplificato energia primaria
• Conto termico e conto energia
• Investire

UD 11 – Architettura bioclimatica e diagnosi energetica
• Architettura bioclimatica
• Cool roof
• Diagnosi energetica

UD 12 – Tecnologia fotovoltaica
• Le fonti rinnovaili: il fotovoltaico
• La tecnologia fotovoltaica
• I componenti dell’impianto fotovoltaico

UD 13 – Energie rinnovabili e riqualificazione energetica
• Solare termico
• Fotovoltaico
• Solar cooling
• Eolico
• Riqualificazione energetica
• Solare termico approfondimenti
• Procedura semplificata risparmio

UD 14 – Cogenerazione, Trigenerazione e Teleriscaldamento
• Cogenerazione e Trigenerazione
• Il Teleriscaldamento

UD 15 – Il software di calcolo TERMO – Esempio di calcolo – parte 1
• Il software TERMO
• Esempio di Certificazione energetica di un edificio

UD 16 – Il software di calcolo TERMO – Esempio di calcolo – parte 2
• Il software TERMO – Funzioni avanzate
• Esempio di Certificazione energetica di un edificio

UD17 – I software di calcolo DOCET e Masterclima MC11300
• Utilizzo di Docet
• Reperimento dati di ingresso
• Compilazione del modello di calcolo
• Determinazione della prestazione
• Il software Materclima MC11300

UD18 – Geotermia per la climatizzazione
• L’energia geotermica
• Meccanismi di scambio termico nel sottosuolo
• Normative relative alla realizzazione di sistemi geotermici
• Il sistema geotermico
• Impianto di climatizzazione geotermico
• Contabilizzazione / Monitoraggio dell’impianto
• Linee guida per la progettazione dei campi geotermici
• Risultati su impianti reali
• Le politiche di riferimento della geotermia nell’ambito della Strategia energetica nazionale e
delle fonti dell’energia rinnovabile
• Considerazioni economiche sull’energia geotermica

Durante il corso sono previsti test di verifica intermedi e un test finale

Altri corsi nella categoria